Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

elezioni 2021 nuovo consiglio

Gianni Mauri, 62 anni di Limbiate (MB), si (stra)riconferma presidente di FIDAL Lombardia. Vantaggio netto per il presidente uscente, che ha superato lo sfidante (già presidente del Comitato Regionale nel 2005) Alessandro Castelli con 6932 voti (66,3%) contro 3140 (30,1%).

Questo l'esito dell'Assemblea Regionale Elettiva che si è svolta nella mattinata di sabato 9 gennaio 2021 all'interno del Palavolley di Monza.

Assemblea a suo modo storica perché, per la prima volta nell'elezione regionale, il voto è stato espresso in forma elettronica (grazie a Fidal Servizi). Una tessera magnetica aveva già caricati i voti di competenza dell'elettore, che successivamente in 3 schermate esprimeva le preferenze per presidente e consiglieri. Otto le postazioni disponibili, 90 secondi necessari per assolvere al voto. Una bella prova di innovazione che, incentivata dall'emergenza Covid, ha mostrato quanto possa essere utile la tecnologia per impiegare al meglio il tempo a disposizione. L'assemblea si è di fatto svolta in un paio d'ore.

Sede insolita, il Palavolley, ma necessaria per poter rispettare le distanze imposte dalle norme anti Covid. Il clima "pandemico" si è fatto sentire anche nell'umore dell'Assemblea, partecipata (129 società presenti e 171 per delega, il 69% degli aventi diritto) ma non particolarmente frizzante, come si conviene a questi eventi. Solo 6 gli interventi dall'assemblea (Franco Angelotti, Achille Ventura, Gianfranco Lucchi, Carlo Stassani, Dante Acerbis e Luciano Bagoli), 5 i candidati consiglieri (su 26) che hanno scelto di presentarsi. 

Il confronto tra i due candidati presidenti è stato aperto e franco, ma rispettoso ed educato, com'è nel carattere dei due contendenti. Mauri ha ricordato l'impegno, anche economico, profuso dal Comitato nei confronti degli atleti e delle società, anche nell'emergenza Covid. Ha però anche ammesso l'aver fallito il raccordo con il mondo della scuola e il mancato sviluppo del Gruppo giudici.

Castelli ha sottolineato proprio l'importanza del settore scuola, ma anche la necessità di coinvolgere le grandi aziende non necessariamente come sponsor, ma facendo leva sul concetto di Responsabilità Sociale d'Impresa.

Si rinnova per quasi metà anche il Consiglio (nella foto), dove il più votato è stato l'ex presidente provinciale comasco Giampaolo Riva (6928 voti). Conferma per Roberto Goffi, Luca Barzaghi, Bruno Frigeri, Virginio Soffientini, Mario Scirè, Amedeo Merighi e Giorgia Vian. Primo incarico per Federico Danesi, Maurizio Perini, Mario Pedroni e Stefano Auletta. L'atletica milanese porta in consiglio, oltre al presidente, altri 4 elementi. 

DAVI.VIGA.

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano 

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY