Stampa
Visite: 506

maya-bruney

"Quelli che il calcio" va in pista all'Arena di Milano. Domenica 21 marzo, il pomeriggio sportivo degli amanti del calcio sarà "impreziosito" da alcuni collegamenti dalla "Scala dell'atletica". Ospiti, i marciatori Matteo Giupponi e Stefano Chiesa.
 
La storica trasmissione calcistica, in onda su Rai 2 dalle ore 14, sta riservando molti spazi all'atletica. La simpatica e brillante conduzione di Luca e Paolo con Mia Ceran, ben si sposa con gli intermezzi non calcistici dedicati agli altri sport.  
 
Complice anche il passato da atleta di uno degli autori della trasmissione, Marco Trombetti, in questa stagione olimpica la linea del programma è cambiata.
"C'è stata una richiesta della trasmissione al Coni, per avere un elenco di probabili olimpici da ospitare in trasmissione" ha spiegato il comandante Ottaviano Iuliano, responsabile della sezione atletica del Centro Sportivo dei Carabinieri. Da qui è nata una stretta collaborazione tra i Carabinieri e il programma tv, che ha già permesso di portare molti atleti sullo schermo.
A Rieti si è cominciato con l'asta di Roberta Bruni, poi a Bologna con il triplo di Ottavia Cestonaro e Tobia Bocchi, ultimo a Firenze le prove multiple con Sveva Gerevini.
 
Domenica sarà la volta della marcia, con i due cinquantisti dei Carabinieri. Tre gli interventi in diretta programmati, da incastrare tra un inviato allo stadio e un gol. Alle 15, alle 16 e alle 17, per mostrare il gesto atletico e per il momento comico con il Signor Opisso.
 
In studio è prevista la presenza di Filippo Tortu, mentre l'ex martellista Silvia Salis fa ormai parte del cast fisso di ospiti. A inizio stagione c'è stato spazio anche per Danielle Madam, che oltre a raccontare la propria storia di "non ancora" cittadina italiana, aveva mostrato la tecnica di getto del peso.
 
Nell'anno olimpico, anche questa è un'ottima occasione per parlare di atletica e far conoscere i migliori rappresentanti italiani.
 
DAVI.VIGA. 

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano