Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Rapp_2 rapp_cortenova

"Scarpadoro 2018" in salsa meneghina, quella che si è corsa domenica 18 marzo a Vigevano (PV). In quel che resta della storica gara pavese che vanta nel suo albo d'oro alcuni dei migliori atleti del mondo (Sebastian Coe in primis), trionfano i milanesi Loris Mandelli (Polisportiva Carugate - 1:10.52) e Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate - 34:00), rispettivamente nella mezza maratona e nella 10k. Soffientini aveva vinto la mezza nel 2015. Così recita il comunicato stampa della manifestazione.

"La gara maschile ha confermato il pronostico della vigilia: Loris Mandelli ha letteralmente dominato la gara dai primi chilometri. “Il fatto di essermi trovato subito da solo – ha confessato dopo l’arrivo – non mi ha aiutato. Il vento in faccia non mi ha permesso il crono che mi aspettavo. Io rendo meglio in altre condizioni di gara”. Mandelli, che vive a Carugate e lavora nell’amministrazione di una multinazionale a Solbiate, dopo le esperienze in pista, dove si era espresso in 15’20” sui 5000 metri, adesso a 27 anni ha allungato la sua fatica. Si allena, dopo il lavoro, sei giorni la settimana e corre un poco impettito. Ha l’aria del professore con gli occhialini da intellettuale. E’ simpatico, gentile. Avrebbe preferito una lotta feroce in gara per tornare a correre vicino a 1h08".


scarpadoro 2018 soffientini mandelli

Andrea Soffientini (sinistra) e Loris Mandelli (destra)

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 14.00 alle 18.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 336 visitatori e nessun utente online