Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

cadetti forli 2020

Splendido poker di vittorie per l'atletica milanese ai Campionati Italiani individuali e per Regioni Cadetti/e 2020 che si sono svolti Forlì nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 ottobre.

Milano si presentava con tre capilista stagionali e tre ori sono arrivati, anche se non esattamente da tutti i favoriti (foto Grana/Fidal).

Non ha sbagliato nulla Francesco Ettore Inzoli, (CUS Pro Patria Milano), il milanese impegnato nel salto in lungo che era già stato capace di superare due volte i 7 metri. Nella mattinata di sabato il salto buono arriva al quarto turno e registra un incredibile 7.11, seconda misura all time dietro al primato italiano di Andrew Howe (7.52). Per lui anche un paio di nulli millimetrici che hanno lasciato il segno intorno ai sette metri e mezzo.

Splendido momento di forma quindi per l'atleta allenato al Saini di Milano da Rosa Anibaldi, con il supporto del grande azzurro Fausto Frigerio. Figlio di padre brianzolo e mamma medico camerunense (ex velocista), Francesco frequenta il liceo scientifico Gonzaga di Milano. Ha iniziato a fare atletica alle scuole medie frequentando il Centro Schuster, poi è stato notatato da Rosa Anibaldi nelle gare scolastiche. Intuito il suo talento, Francesco ha iniziato ad allenarsi al Saini dall'anno scorso, iniziando il suo percorso di crescita. L'anno scorso fu sesto agli Italiani Cadetti sempre nel lungo, ma in questa stagione è arrivato a segnare anche 11.33 nei 100, 9.17 negli 80, 36.17 nei 300, 13.72 nei 100 hs.

"Se quest'anno non ci fosse stato il Covid avrebbe fatto certamente molto bene nelle prove multiple - ha detto la sua allenatrice - Vedremo se riprenderle il prossimo anno. In futuro sceglieremo se dedicarci di più alla velocità o agli ostacoli. Quest'anno si è alenato 2-3 volte a settimana, l'anno prossimo passaremo a 4. Al momento pensiamo di concentrarci, da allievo, a velocità e lungo". Un talento da seguire con grande attenzione.

Anche Celeste Polzonetti ha rispettato i favori della vigilia. La brianzola dell'Atletica Desio era la numero uno dell'anno negli 80 hs (11.89) e ha mantenuto le premesse della vigilia, ma non solo. Si è migliorata due volte, correndo in batteria in 11.71 (-0.1) e in finale in 11.65 (-0.4). Un dominio davvero meritato per l'atleta allenata da Laura Mussi e Diego Vismara. Forte di un'altezza di 1.72, Celeste (che ha corso con i capelli sfumati di azzurro) fa atletica da 5 anni ed è attesa ad ulteriori progressi sulla dustanza superiore, dove potrà far valere al meglio la sua splendida struttura fisica. Frequenta il liceo delle scienze umane. A suggellare questo straordinario campionato, si è aggiunta anche la vittoria di domenica nella staffetta 4x100 con la rappresentativa lombarda (Vaccari, Pirolini, Galuppi: 48.96).

La terza vittoria individuale di sabato è arrivata dal lancio del peso, ma non da quello che ti aspetti. L'oro è infatti arrivato nella gara femminile, dove a trionfare a sorpresa è stata la brianzola Melissa Casiraghi (Atletica Concorezzo), che al primo turno di lancio ha piazzato il primato personale con 11.80 e ha costretto tutte le avversarie a inseguire. Il riaggancio però non è avvenuto, e così a festeggiare è stata la lanciatrice allenata da Marco Contotto. Per lei c'è stata una grande stagione anche nel lancio del martello (43.99), ma la sconfitta ai campionati regionali e il successo nel peso l'hanno dirottata sulla gara dove si presentava "solamente" con la quinta misura dell'anno (11.41). L'esito del campo è stato però del tutto differente. Melissa abita ad Agrate Brianza e studia l'indirizzo turismo all'Istituto Mapelli di Monza.

Dopo tre ori, la quarta medaglia milanese arriva da Leonardo Selmani (Atletica Bienate Magnago) nel peso. Il lanciatore si presentava a Forlì con la miglior misura dell'anno (15.85), ma in Romagna non ha trovato la sua miglior giornata. L'atleta allenato da Fiorella Colombo si ferma a 14.59 che basta per un buon terzo posto, che però non soddisfa certamente l'atleta.

Ai piedi del podio, in quarta posizione si sono piazzati Emma Contotto (Atl. Concorezzo) nel lancio del giavellotto (36.44) e poi nelle prove multiple: Giorgio Lunghi (Athl. Villasanta) nell'esathlon (3822 pt PB) e Gaia Marsegaglia (Atl. Concorezzo) nel pentathlon (3767 PB). Sesta posizione per il marciatore Marco Drusian (Athletic Club Villasanta) che si è migliorato con 25:09.12, così come ha fatto Sarah Zaghloul (CUS Pro Patria Milano) nei 1200 siepi (4:05.68), coraggiosa a vincere in solitaria la prima serie. Settimo è stato Tommaso Franzé (Atletica PAR Canegrate) con 3709 pt, ottava Marta Brambilla (Atletica Gessate) nel lungo (4.93). Nona piazza per Lucrezia Barucci (Atl. Meneghina) nel disco (27.90).

Gli altri milanesi. Elisa Annamaria Muraro (Geas Atletica) 10° salto in alto (1.54); Davide Delaini (Euroatletica 2002) 11° 1200 siepi (3:36.71); Michele Pio Sacco (Atl. Concorezzo) 14° giavellotto (30.14); Dalila Viscardi (Scuola Sportiva Atl. Punto It) 15° salto in alto (1.50). Pietro Bozzolan (Atl. Concorezzo), iscritto nella marcia, e Martina Brambilla (GSA Brugherio) iscritta nel lungo, sfortunatamente hanno dovuto rinunciare all'ultimo momento alla partecipazione.

DAVI.VIGA.

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano  

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 15.00 alle 17.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 574 visitatori e nessun utente online

Calendario Articoli

October 2020
Mo Tu We Th Fr Sa Su
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1