Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Stampa
Visite: 792

indoor-multiple_naz2020

Da Padova ad Ancona, continua la raccolta di medaglie tricolori indoor da parte dell'atletica milanese. Nel weekend si sono svolti i Campionati Italiani Indoor Juonir e Promesse, manifestazione che ha regalato 4 nuovi campioni nazionali (foto Muti/Fidal).

Due ori per parte tra under 20 e under 23. Negli juniores conferma il ruolo di favorito Franck Brice Koua (CUS Pro Patria Milano), che nei 60hs vince il titolo con 7.77 (7.76 in sf). Splendida Monica Aldrighetti (Bracco Atletica) che nell'asta sale fino al primato personale di 4.07. Miglioramento anche per Laura Pirovano (Pro Sesto), che è seconda con 3.92.

Ancora due vittorie femminili tra le under 23. Gioia più che meritata per Micol Majori (Pro Sesto), che conquista i 3000 metri con 9:26.34 (pb), con la ligure Federica Cavalli (Bracco) in terza posizione. Il magico weekend della Majori si impreziosisce anche del bronzo vinto nei 1500 metri. Due medaglie anche dal salto triplo, dove la veneziana Camilla Vigato (Bracco) ritrova la forma della stagione da junior e vince con 12.80, mentre è seconda la sempre più in crescita Camilla Grandi (Pro Sesto) con 12.26.

Il medagliere milanese è piuttosto ricco. I secondi posti arrivano con Francesco Rossi (Geas) nei 400 junior (48.21), Niccolò Contotto (Team-A Lombardia) nel lungo junior (7.18), Linda Guizzetti (CUS Pro Patria) nei 60hs promesse (8.38) e Chiara Gala (Pro Sesto) nei 60 promesse (7.54). Altra informata d'rgento nelle staffette 4x1 giro, con il doppio secondo posto della Pro Sesto (junior m e promesse f) e quello della Riccardi (promesse m).

Altri tre bronzi sono finiti al collo di Simone Bruno (Pro Sesto) nel peso promesse (15.29), di Bianca Garibaldi Devoto (CUS Pro Patria) nell'alto promesse (1.74) e dello junior bergamasco Gabriele Gamba (Riccardi) nei 5000 marcia (21:11.95).

Per i milanesi con "altre maglie", ancora un titolo italiano per il cinisellese Andrea Sambruna (Atletica Cento Torri Pavia), questa volta re dei 1500 junior con 3:56.84. La milanese Sydney Giampietro (Fiamme Gialle) cogli l'argento nel peso promesse con 15.54.

La nota finale dei campionati è un acuto. La Pro Sesto Atletica conquista infatti lo scudetto femminile under 23 con 72 pt, mentre la Bracco Atletica è 2° con 49,5.

DAVI.VIGA.